CALCOLO DEL RAPPORTO RPM/VELOCITA'

Un parametro necessario allo svolgimento della prova su banco è il calcolo del rapporto tra numero di giri del motore e velocità della vettura. Il rapporto è utile a stabilire con precisione la distribuzione della coppia e della potenza lungo l'arco di funzionamento del motore espresso in RPM. Per le vetture dotate di comunicazione di tipo C-CAN è possibile effettuare il calcolo automaticamente prendendo i dati da EOBD. Per le vetture non dotate di questo sistema di comunicazione è possibile effettuare il calcolo in pochi secondi stabilendo, prima del settaggio, il numero di giri su cui attestarsi alla marcia scelta. Una volta ottenuto il valore è possibile effettuare immediatamente la prova potenza.

RAPPORTO RPM VELOCITA 1

Uno sbagliato calcolo del rapporto porta ad una errata valutazione del valore di coppia poichè essa è strettamente relazionata alla potenza tramite il numero di giri:

P = C*ω

Con ω che esprime il numero di rotazioni al minuto del motore.

Questo può portare a dei gravi errori di valutazione che possono essere voluti o non.  Modificando eccessivamente il rapporto tra numero di giri e velocità si ottengono valori molto diversi come si vede nella foto seguente:

RAPPORTO RPM VELOCITA 2

Cambiando il Ratio dal valore iniziale di 47.06 a 27.06, a parità di marcia, otteniamo un diverso sviluppo del grafico (1500-3500 RPM contro i reali 1500-6000 RPM), ed un diverso valore di coppia! (48.8 Kgm contro i reali 28.1Kgm!!)

Quindi bisogna fare sempre attenzione ad eventuali modifiche di questo parametro fondamentale che porterebbe a gravi errori nella valutazione della coppia.